A decorrere dal 2017 i soggetti IVA devono trasmettere all’Agenzia delle Entrate i dati di:

  • tutte le fatture emesse nel trimestre di riferimento
  • quelle ricevute (comprese le bollette doganali)
  • i dati delle relative note di variazione

Quindi, l’adempimento definito “spesometro”, non sarà più a scadenza annuale, ma dal 2017 diventa trimestrale. L’invio infatti va fatto entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre (ad esempio entro il 31/05/201x dovrà essere trasmesso l’elenco dei dati del primo trimestre 201x).

I dati, da inviare in forma analitica secondo modalità che saranno stabilite con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate, dovranno comprendere almeno:

  1. dati identificativi dei soggetti coinvolti nelle operazioni;
  2. la data e il numero della fattura;
  3. la base imponibile;
  4. l’aliquota applicata;
  5. l’imposta;
  6. la tipologia dell’operazione.

Vediamo inoltre quali dati vanno forniti per le liquidazioni Iva periodiche e i tre adempimenti che invece sono stati SOPPRESSI


Hai dimenticato la Password?
Registrati